giovedì 27 settembre 2012

Il Significato del Dettaglio




Qual è il nuovo confine dell’eleganza? Quanto sacrifichiamo di noi senza rendercene conto nel seguire i trend del momento? E quanto, in realtà, quel must have che proprio non ci aspettavamo mette in risalto un lato celato del nostro essere?


Queste le domande davanti all’ennesima estrosa tendenza da indossare, quella che nonlamettereimai e poi dopo un mese ritroviamo nell’armadio, soddisfatte come se con quell’acquisto ci avessero regalato un viaggio premio a Bora Bora.

Traduco esplicitamente il concetto con un parola: borchie.

Proposte in innumerevoli versioni sulle passerelle di ogni fashion week da stagioni, hanno conquistato gli stilisti al punto da apparire persino su colletti bon ton e classiche decolté, castigati tubini neri e accessori insospettabili, smitizzandone l’allure quasi sacro e rendendolo straordinariamente contemporaneo.

Ed ecco il punto: il contemporaneo di questo stile.

Non venitemi a dire che un puntuto bracciale o una Converse ricoperta di piccole piramidi dorate che farebbero invidia a un rottweiler rappresentano l’immagine perfetta di romanticismo. Dove è finito il merletto di Maria Rosa Bartolini? O il grembiule di tendenza della sorridente Signora Dado Star?

Nella ralla di Umana, come direbbe Carla Gozzi (sempresialodata).

Ci siamo guadagnate con le unghie e con i denti una posizione sociale in cui le borchie sono diventate, ancor prima che ce ne accorgessimo, un simbolo. Nemmeno troppo implicito. C’è poco da stupirsi, dunque, se così tanto imperversano in ogni guardaroba che si rispetti, magari ricoperte di cristalli per la cocktail clutch o sul nostro paio preferito di slippers rosa cipria. A raccontare con stile che la femminilità rassicurante l’abbiamo messa da parte.

Anche se forse, solo per un po’.









Tumblr
LOLA CRUZ studded shoes


3 commenti:

Thanks for your comments

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...